Costo da sostenere per la ricostruzione del dente

In che modo è possibile restituire al paziente un dente mancante o danneggiato? Con quali costi?


Il costo da sostenere per la ricostruzione di un dente è variabile, non fosse altro perché è possibile restituire al paziente un dente perfettamente funzionale con tecniche molto diverse tra loro, da scegliere sulla base delle caratteristiche del soggetto.

Oggi, fortunatamente, l'assenza di un dente è una problematica a cui si può sopperire in modo molto efficace e flessibile, con soluzioni assolutamente personalizzate e, peraltro, tutt'altro che insostenibili dal punto di vista economico; analogo discorso può essere fatto per i pazienti che presentano uno o più denti pesantemente danneggiati da fattori svariati, come ad esempio denti compromessi per via di una carie o di altre problematiche. 


Nel caso in cui un dente non sia del tutto mancante, ma sia solo notevolmente danneggiato o scheggiato, si può intervenire applicando sul dente stesso un’apposita corona, la quale conferirà al dente la sua forma originaria restituendo così funzionalità ed estetica all’intera dentatura.


La corona sarà realizzata su misura da un odontotecnico, in materiali adeguati quali la porcellana, la ceramica o il metallo, e prima di procedere all’intervento si dovrà modellare il dente danneggiato in modo da conferirgli una forma ottimale per l’applicazione della struttura. In questi casi il trattamento completo costa in genere poco meno di 1.000 euro.


Se il dente del paziente è del tutto mancante, invece, si può realizzare un impianto osteointegrato, ovvero una base aderente all’osso realizzata in materiali tollerati dall’organismo, come ad esempio il titanio, sulla quale sarà montata una capsula in zirconio, ceramica o altro materiale che sostituirà fisicamente il dente mancante. Un intervento di questo tipo si aggira complessivamente attorno ai 1.500 euro, anche se i prezzi sono piuttosto variabili.


In ultimis, se al paziente manca completamente un dente si può realizzare il cosiddetto ponte, ovvero una particolare corona che coprirà lo spazio di tre denti: l’uno, quello centrale, relativo al dente mancante, e due per i denti laterali che lo affiancano. Considerando che i denti laterali dovranno comunque essere modellati prima dell’applicazione della corona, il prezzo di questo intervento non differisce molto rispetto alla realizzazione di un impianto.


In tutti i casi, nel valutare il costo da sostenere per la ricostruzione di un dente, bisogna sempre considerare che le offerte eccessivamente basse sono da evitare, dal momento che con ogni probabilità celano qualche carenza dal punto di vista dell'igiene dentale, nelle tecnologie disponibili o in generale nella qualità del servizio.


Insomma, le opportunità sono diverse, ed ovviamente non sarà lo stesso paziente a scegliere autonomamente con quale intervento proseguire: valutando con attenzione le caratteristiche presentate dalla dentatura del suo cliente e, dettaglio per dettagli, i pro e i contro di ogni singolo intervento, il professionista proporrà la soluzione considerata più efficiente e qualitativamente preferibile.


Ovviamente, spetterà al paziente dare l'assenso definitivo circa la soluzione proposta dall'esperto a cui si è rivolto.


In generale, come accennato in precedenza, oggi è certamente possibile fronteggiare i problemi dentali con ottime possibilità di successo: nel caso in cui un dente sia assente, molto rovinato o del tutto danneggiato, dunque, si può assolutamente recuperare una dentatura impeccabile.


Credere che un determinato caso sia "irrimediabile", dunque, sarebbe certamente un grosso errore: ciò che il mondo della dentistica e dell'implantologia è in grado di assicurare, infatti, può rivelarsi sorprendente, e si possono risolvere in modo brillante anche casi che effettivamente, fino a pochi anni addietro, assai difficilmente avrebbero trovato soluzione.


Insomma, il costo da sostenere per la ricostruzione del dente può certamente risultare variabile, sempre vicino, ad ogni modo, ai valori indicati in precedenza, ma se si considera il livello di professionalità e di specializzazione necessario per eseguire questi interventi, nonchè i macchinari ed i dispositivi tecnologici indispensabili, si può certamente intuire che queste tariffe non sono affatto esagerate o "fuori mercato".

comments powered by Disqus

Iscriviti alla Newsletter

Email

Top news

Le più diffuse tariffe dei dentisti in Italia

Le più diffuse tariffe dei dentisti in Italia Le tariffe dei dentisti in Italia sono piuttosto uniformi su tutto il territorio nazionale, anche se si può certamente usufruire di offerte... Leggi tutto

Le capsule dentali ed i loro costi

Le capsule dentali ed i loro costi Il termine capsule dentali è in genere utilizzato, nell'ambito della dentistica, in due modi differenti: per intendere gli elementi in ceramica o... Leggi tutto

Ponte dentale o impianto dentale? Differenza di costo

Ponte dentale o impianto dentale? Differenza di costo Realizzare un ponte dentale o un impianto dentale? Moltissime persone che hanno la necessità di rimpiazzare uno o più denti mancanti si chiedono... Leggi tutto