Estetica dentale: tecniche di rimodellamento dentale

Conferire alla dentatura una forma più piacevole e funzionale è possibile: ecco quali sono gli interventi più effettuati


Nel campo della dentistica, negli ultimi anni si sono registrati dei grandi progressi per quanto riguarda l’estetica dentale: con degli interventi semplici, economici e non invasivi è possibile riavere un sorriso privo di imperfezioni.


Gli interventi dentistici infatti non sono esclusivamente mirati al miglioramento dell’aspetto funzionale della dentatura, ma anche alla cura dell’estetica: un solo semplice dente scheggiato, rovinato o dalla forma leggermente alterata può rendere infatti meno gradevole il sorriso di una persona, con tutti i complessi di natura psicologica che ne possono conseguire; proprio per questo con delle adeguate tecniche di rimodellamento dentale, questi problemi possono essere facilmente risolti, senza mai dimenticare ovviamente che l'igiene dentale deve sempre essere curata con costanza.


Le tecniche di intervento per quanto riguarda l’estetica dentale sono diverse, da scegliere sulla base del tipo di problema da risolvere. Nella maggioranza dei casi le imperfezioni estetiche dei denti, quali possono essere ad esempio dei denti corrosi o storti, possono essere fronteggiate in maniera efficace con la semplice applicazione di appositi smalti, grazie ai quali viene corretta la forma del dente rendendola impeccabile ed armonica rispetto al resto della dentatura.


Grazie all’impiego di questi smalti, le tecniche di rimodellamento dentale possono ridurre degli spazi eccessivi tra un dente e l’altro, riempire delle scheggiature o anche variare l’intera forma del dente per renderla più gradevole dal punto di vista estetico; con questa tecnica inoltre si può rimediare in maniera ottimale anche agli effetti del digrignamento dei denti, il quale col tempo tende a consumare la dentatura riducendone il volume e modificandone la forma.


Grazie alle tecniche di rimodellamento dentale, gli interventi di estetica dentale consentono di risolvere ogni problema di questo genere evitando interventi complessi e dispendiosi, quali ad esempio l’asportazione del dente danneggiato e la successiva installazione di una capsula sostitutiva.


Le tecniche di rimodellamento dentale odierne sono riuscite ad offrire dei risultati assolutamente brillanti anche per quanto riguarda dei particolari casi in cui, fino a pochi anni addietro, era molto complicato riuscire ad assicurarsi dei risultati di livello.


Nel caso in cui un dente sia compromesso, e non vi sia la possibilità di intervenire in modo mirato attraverso interventi con finalità estetiche o funzionali, oggi è possibile sostituirlo in modo molto efficace attraverso vari tipi di soluzioni.


Ciò che più conta dal punto di vista prettamente estetico è che le strutture che vanno di fatto a sostituire i denti mancanti, ovvero quindi le capule, le corone o i ponti dentali, si rivelano straordinariamente simili ai denti naturali.


Oggi, infatti, per questo tipo di impieghi si utilizzano dei materiali che riescono ad offrire dei risultati davvero eccellenti da questo punto di vista, dei materiali che non presentano, di fatto, nessuna differenza rispetto al dente naturale.


Tra questi, una menzione a parte la merita sicuramente lo zirconio, un materiale che si è recentemente affacciato al mondo della dentistica ma che ha subito riscosso un successo davvero straordinario per via delle sue peculiarità; non solo, infatti, questo materiale si presta alla perfezione alla realizzazione di denti artificiali, essendo in grado di resistere anche a pressioni molto forti, dunque alla masticazione di cibi molto duri, nonchè di resistere al contatto con i batteri contenuti negli alimenti e nei liquidi salivari, ma allo stesso tempo l'estetica di questo materiale è davvero analoga a quella dei denti naturali, sia per tonalità di colore che, addirittura, per capacità di riflessione della luce. 


Nel caso in cui un dente oggi presenti dei difetti di varia tipologia, dunque, non è affatto un problema scegliere di sostituirlo piuttosto che di optare per dei tentativi di recupero che, inevitabilmente, tendono a rivelarsi decisamente complessi qualora il dente sia effettivamente molto danneggiato.


Eliminare un dente oramai compromesso, magari per via di una carie, può essere una soluzione fortemente interessante se si desidera recuperare una dentatura perfetta: nello specifico, se il dente è uno solo, si può scegliere di realizzare il cosiddetto "ponte dentale", una soluzione particolarmente pratica ed efficiente, un mini-impianto osteointegrato, oppure di creare una capsula, dunque di applicare un dente artificiale in zirconio cavo al suo interno, da posizionare esattamente sul dente danneggiato fino a ricoprirlo completamente. Per quest'ultima tipologia di intervento, il professionista può scegliere in alcuni casi di modellare il dente naturale danneggiato al fine di rendere più agevole il successivo posizionamento della capsula.


Insomma, le opportunità oggi disponibili per quanto riguarda l'estetica dentale sono numerose, e sicuramente ben più efficaci rispetto a quelle di cui si poteva usufruire, rivolgendosi a degli esperti, fino a pochi anni fa.

 

comments powered by Disqus

Iscriviti alla Newsletter

Email

Top news

Le più diffuse tariffe dei dentisti in Italia

Le più diffuse tariffe dei dentisti in Italia Le tariffe dei dentisti in Italia sono piuttosto uniformi su tutto il territorio nazionale, anche se si può certamente usufruire di offerte... Leggi tutto

Le capsule dentali ed i loro costi

Le capsule dentali ed i loro costi Il termine capsule dentali è in genere utilizzato, nell'ambito della dentistica, in due modi differenti: per intendere gli elementi in ceramica o... Leggi tutto

Ponte dentale o impianto dentale? Differenza di costo

Ponte dentale o impianto dentale? Differenza di costo Realizzare un ponte dentale o un impianto dentale? Moltissime persone che hanno la necessità di rimpiazzare uno o più denti mancanti si chiedono... Leggi tutto