Implantologia a carico immediato: in che cosa consiste?

Quello "a carico immediato" è un tipo di implantologia che consente di ottenere un'efficiente dentatura artificiale subito dopo l'intervento


L’implantologia a carico immediato è un particolare tipo di intervento mirato a restituire una dentatura efficace a pazienti completamente o parzialmente edentuli in tempi molto brevi: non appena conclusa l’operazione, infatti, chi si sottopone ad un intervento di implantologia a carico immediato può subito usufruire della sua nuova dentatura.


Ma veniamo più nello specifico: l’implantologia, ovvero la scienza che si occupa dell’installazione di impianti fissi stabilmente ancorati all’osso, si divide in due correnti di pensiero, ovvero l’implantologia a carico immediato e quella a carico differito. In quella a carico immediato, una volta applicato l’impianto sull’osso, il dentista procede subito all’installazione delle capsule, ovvero delle componenti che sostituiranno fisicamente i denti mancanti e che dovranno resistere ai quotidiani processi di masticazione e di igiene dentale.


L’implantologia a carico differito, la quale è in genere prediletta dai professionisti e dagli studi dentistici italiani, prevede invece che le capsule vadano applicate sul sostegno realizzato solo dopo alcuni mesi, per consentire che l’impianto possa integrarsi in maniera ancor più profonda con l’ossatura. Questa scelta è dovuta al fatto che, secondo i professionisti che operano seguendo questa corrente, attendere alcuni mesi per l’applicazione delle capsule consentirebbe al sostegno di osteointegrarsi, ovvero di amalgamarsi all’ossatura, in maniera più profonda ed efficace.


I più recenti sviluppi relativi all’implantologia a carico immediato, tuttavia, consentono al paziente di ottenere un impianto perfettamente osteointegrato anche avendo applicato le capsule immediatamente dopo l’intervento; dunque sarebbe certamente sbagliato pensare che solo con l’implantologia a carico differito si possano ottenere dei buoni risultati.


A prescindere da quale tipo di implantologia si sia realizzata, se a carico immediato o differito, è fondamentale scegliere per il sostegno osteointegrato dei materiali in grado di essere ben tollerati dall’organismo, per evitare che avvengano dei fisiologici rigetti che renderebbero di fatto inutile l’operazione; da questo punto di vista risulta molto indicato in particolare un tipo di materiale: il titanio.


Il titano ha rappresentato a tutti gli effetti una vera e propria rivoluzione nel mondo della dentistica: grazie a questo materiale, infatti, è stato possibile realizzare finalmente degli impianti dentali affidabili a distanza di secoli e secoli dai primi tentativi di realizzazione di impianti osteointegrati.


Come detto, infatti, i rigetti erano all'ordine del giorno, e non si manifestavano soltanto a breve distanza dalla conclusione dell'intervento, ma anche a distanza di uno o più mesi, offrendo così al paziente delle sorprese davvero molto sgradite.


L'introduzione del titanio in queste particolari realizzazioni, oltre ovviamente a tutti gli importanti progressi che hanno caratterizzato il mondo dell'implantologia dal punto di vista tecnico, ha consentito a chi opera in questo settore di produrre degli impianti osteointegrati ad hoc per il singolo paziente offrendo una garanzia di affidabilità davvero massima, impeccabile.


Un altro materiale, per quel che riguarda sia l'implantologia a carico immediato che quella a carico differito, merita assolutamente di essere menzionato: lo zirconio.


Lo zirconio è impiegato non nella realizzazione dell'impianto vero e proprio, quanto piuttosto nella produzione delle cosiddette corone dentali, quindi dei piccoli elementi che vanno a sostituire fisicamente i denti mancanti e che vengono installati nell'impianto attraverso un semplice sistema di avvitamento.


La principale peculiarità di questo materiale è quella di essere straordinariamente simile alla dentatura naturale, non solo dal punto di vista del colore, ma anche a livello di riflessione della luce. Oltre a queste pregevoli caratteristiche, ovviamente, lo zirconio è comunque in grado di conservare in maniera ottimale la sua forma, dunque è in grado di resistere senza problemi a masticazioni di cibi di qualsiasi tipo, nonchè di resistere all'attacco batterico degli alimenti o dei liquidi salivari.


Insomma, l'introduzione di nuovi materiali quali il titanio e lo zirconio si è trasformata in una vera "rivoluzione" nel mondo della dentistica, e queste particolari strutture possono restituire una dentatura bella e funzionale anche a chi ha dei denti ormai notevolmente danneggiati.


L'implantologia a carico immediato un approccio all'implantologia da considerarsi certamente prestigioso, in quanto consente al paziente di poter recuperare la masticazione anche a brevissimo tempo dalla conclusione dell'intervento.

comments powered by Disqus

Iscriviti alla Newsletter

Email

Top news

Che cosa è l'implantologia dentale?

Che cosa è l'implantologia dentale? L' implantologia dentale è una tecnica odontoiatrica di recente sviluppo che consente di sostituire in maniera perfettamente funzionale uno o più... Leggi tutto

Implantologia dentale e relativi rischi: quali sono?

Implantologia dentale e relativi rischi: quali sono? L' implantologia dentale è una branca della dentistica che consiste nella progettazione e nella realizzazione di impianti aderenti all'osso, in... Leggi tutto

Gli impianti dentali in titanio: perchè sono considerati i migliori?

Gli impianti dentali in titanio: perchè sono considerati i migliori? Gli impianti in titanio sono senza dubbio i migliori: questo particolare materiale, difatti, si presta alla perfezione a questo genere di... Leggi tutto