Lo zirconio: è il materiale giusto per i denti?

Lo zirconio è un materiale indicatissimo per l'implantologia, ed anche esteticamente identico ai denti naturali


Lo zirconio, per via delle sue naturali caratteristiche, è senza dubbio il materiale più indicato per la realizzazione di denti artificiali.


Così come, nell’ambito dell’implantologia, si utilizzano i materiali migliori per la realizzazione di impianti osteointegrati, anche la scelta dei materiali delle capsule, ovvero degli elementi che sostituiranno fisicamente i denti mancanti, è altrettanto importante.


In genere, per la realizzazione di denti artificiali si utilizzano soprattutto materiali quali la ceramica o il metallo, essendo degli elementi in grado di resistere alla perfezione alla masticazione di cibi con qualsiasi tipo di consistenza, al contatto con la saliva ed anche alle quotidiane operazioni di igiene orale, dunque lavaggi con dentifricio e spazzolino e risciacqui con colluttori.


Gli ultimi sviluppi nel settore dell’implantologia, tuttavia, hanno evidenziato come vi sia un materiale non solo estremamente adatto a questo tipo di strutture, ma anche straordinariamente simile ai denti naturali dal punto di vista estetico: stiamo parlando appunto dello zirconio. Oltre a garantire resistenza ed un’ottima funzionalità, infatti, un dente in zirconio è esteticamente identico ad un dente naturale, ed è praticamente impossibile riuscire a riconoscere un dente artificiale in una dentatura.


Lo zirconio ha una colorazione della medesima tonalità di bianco dei denti, ed oltre a questo ha la particolare caratteristica di essere un materiale lucido, in grado di riflettere la luce allo stesso modo di come farebbe un dente naturale.


Per quanto anche i denti in metallo o in ceramica possano avere una colorazione analoga a quelli naturali, attraverso i riflessi della luce talvolta è possibile riconoscere ad occhio nudo un dente artificiale; non così, come detto, con i denti in zirconio, i quali risultano assolutamente identici a quelli naturali.


Ma in che tipo di realizzazioni lo zirconio riesce a rendersi prezioso? Per quali produzioni di tipo odontotecnico questo materiale è indicato?


Come detto, lo zirconio è perfetto per creare denti artificiali di qualsiasi tipologia, quindi ad esempio per la creazione di capsule dentali, ovvero di denti che vanno a coprire, di fatto, il dente danneggiato, per ponti dentali, quindi per particolari soluzioni che consentono di sopperire in modo ottimale alla carenza di un dente creando un piccolo "ponte", appunto, con i denti di appoggio laterali, ed ovviamente anche per quanto riguarda il mondo dell'implantologia.


L'implantologia, come noto, è una branca della dentistica particolarmente importante, la quale è stata protagonista, negli ultimi tempi, di un progresso davvero straordinario.


L'implantologia di fonda sulla realizzazione di veri e propri impianti dentali, quindi di strutture che vanno ad integrarsi in modo diretto con l'osso di supporto, quindi con l'interno della gengiva, e che consentono di sopperire alla mancanza di denti, oppure al loro danneggiamento, in modo efficace e definitivo.


Un limite importante che ha sempre reso solo parziale l'efficacia degli interventi implantologici è sempre stato rappresentato dai rigetti che, fisiologicamente, l'organismo produceva per ragioni immunitarie; queste manifestazioni, tuttavia, vanificavano tutto l'intervento ed hanno fatto in modo che l'implantologia dentale fosse, per lunghi anni, solo e soltanto una chimera.


Grazie all'impiego di materiali di ultima generazione quali il titanio, invece, questo problema è stato risolto in maniera definitiva ed ottimale, scongiurando nella maniera più assoluta il rischio che avvengano dei rigetti inesiderati.


Se il titanio è il materiale più indicato per la realizzazione di impianti dentali, dunque, lo zirconio è il materiale giusto per la realizzazione dei denti artificiali, che verranno in seguito associati al relativo impianto tramite un semplice avvitamento. 


L'associazione tra il titanio e lo zirconio, sulla base di quanto specificato fino ad ora, rappresenta sicuramente la soluzione più adatta per realizzare un impianto dentale di ottima qualità, che possa rivelarsi assolutamente perfetto in qualsiasi frangente ed ovviamente resistere senza alcun tipo di problema alla masticazione ed alla quotidiana cura dell'igiene orale. 

comments powered by Disqus

Iscriviti alla Newsletter

Email

Top news

Implantologia: che cosa è l'implantologia dentale

Implantologia: che cosa è l'implantologia dentale L' implantologia dentale è una tecnica odontoiatrica di recente sviluppo che consente di sostituire in maniera perfettamente funzionale uno o più... Leggi tutto

Implantologia dentale e relativi rischi: quali sono?

Implantologia dentale e relativi rischi: quali sono? L' implantologia dentale è una branca della dentistica che consiste nella progettazione e nella realizzazione di impianti aderenti all'osso, in... Leggi tutto

Gli impianti dentali in titanio: perchè sono considerati i migliori?

Gli impianti dentali in titanio: perchè sono considerati i migliori? Gli impianti in titanio sono senza dubbio i migliori: questo particolare materiale, difatti, si presta alla perfezione a questo genere di... Leggi tutto