Pulizia dentale corretta

Si può vere una bocca in salute se viene eseguita una pulizia dentale corretta.


Sfoggiare denti sani e belli è il primo passo da compiere per chiunque aspiri ad avere una vita relazionale che si rispetti. Del resto noi tutti sappiamo come una bocca in salute non sia solo ed esculsivamente una condizione di igiene personale, quant'anche un fattore estetico che oggi più che mai contribuisce a definire la credibilità di una persona. Insomma ci sono buone ragioni per cui la pulizia dentale debba trasformarsi non solo in una mera seduta periodica dall'igienista orale, quanto una prassi da far nostra anche e soprattutto nella vita di tutti i giorni: una corretta pulizia dei denti è l'anticamera di una igiene impeccabile!

 

DENTI PULITI: PRIMA DI TUTTO, UN BUON FAI-DA-TE

 

E' naturale che per tenere puliti i denti sia anzitutto necessario dotarsi di un buono spazzolino (che sia manuale o elettrico non fa alcuna differenza, sebbene diversi dentisti raccomandino il secondo per via di una maggiore precisione); dopodiché è consigliabile pulire gli spazi interdentali servendosi dell'apposito filo interdentale o di un archetto con filo pre-montato così da affinare ancor di più il raggio d'azione della pulizia.

 

Lo spazzolamento deve poi avvenire seguendo la tecnica di Bass, la quale consiste nell'appoggiare la testina dello spazzolino ad un'inclinazione di 45° rispetto alle gengive ed eseguendo movimenti circolari di piccola entità senza mai staccare le setole dalla superficie da trattare. Il movimento deve durare almeno una 20ina di secondi per ciascun gruppo di denti e il manico dello spazzolino occorre far cura a che sia tenuto in posizione orizzontale. E per i denti posteriori, il classico "avanti e indietro" va più che bene!

 

Pratica meno comune ma assai consigliata dai professionisti è altresì quella di procedere allo spazzolamento della lingua, poiché pulire anche questo muscolo implica benefici igienici di notevole entità: oltre ad eliminare i residui alimentari, i batteri e i funghi che possono essersi insediati nel cavo orale, si hanno anche notevoli vantaggi in termini di riduzione della placca e dell'alito cattivo. In tal modo, inoltre, si prevengono le carie e le infiammazioni delle ossa dei denti.

 

PULIZIA DEI DENTI PROFESSIONALE: LE DIVERSE METODOLOGIE

 

Abbiamo preso atto di come la pulizia quotidiana e corretta dei denti sia passo necessario per tenere in perfetta salute il cavo orale. Tuttavia, di tanto in tanto è anche necessario recarsi dall'igienista orale per procedere ad una pulizia più profonda, professionale e dettagliata dei denti stessi; una seduta che, oltre a rimuovere lo sporco dalla bocca, si proponga anche di sbiancare ulteriormente i nostri denti.

 

Ma la pulizia dentale ad opera di un professionista può avvenire seguendo diverse metodologie: c'è ad esempio il Curettage che lavora sulla rimozione di tartaro e placca dalla parete dentale sita sotto le gengive, così come v'è la Detartrasi che consiste nella rimozione del tartaro dai denti effettuata tramite strumento odontoiatrico. C'è poi la Levigatura radicolare che opera una pulizia profonda del cemento necrotico formatosi all'interno delle gengive, la Lucidatura con pasta che rimuove il residui di tartaro tramite una pasta leggermente abrasiva e la Fluoroprofilassi la quale è basata nella somministrazione di fluoro con l'obiettivo di rinforzare lo smalto e le pareti dei denti (sebbene quest'ultimo sia per lo più assimilabile ai trattamenti di prevenzione).

 

Ad ogni modo, a seconda dei casi spetterà all'igienista stesso scegliere il metodo migliore secondo cui procedere.

 

PULIZIA E SBIANCAMENTO DENTALE: I RIMEDI NATURALI

Ma per tenere in perfetta salute il nostro cavo orale possiamo farci aiutare anche dai rimedi naturali che, esattamente come avviene in molti altri contesti, producono effetti strabilianti anche sotto il profilo dell'igiene dentale: se il bicarbonato di sodio aiuta notevolmente nello sbiancamento dentale (seppur usato in modiche quantità per evitare che aggredisca lo smalto dei i denti), l'argilla verde super ventilata è un ingrediente eccezionale per purificare a fondo il cavo orale. Questo composto, unito ad 1 goccia di olio essenziale di tea tree, lavanda e rosmarino dà vita a un dentifricio assolutamente biologico ed efficiente sia in termini di pulizia dentale, sia in quanto a prevenzione.

 

Per sbiancare i denti in via del tutto naturale consigliamo poi l'assunzione di mele (gli acidi contenuti in questo frutto hanno un effetto schiarente) e di succo di limone. Strofinando foglie di salvia o bucce di banana sui denti, infine, si possono produrre importanti risultati sul fronte dello sbiancamento dentale.

comments powered by Disqus

Iscriviti alla Newsletter

Email

Top news

Sbiancare i denti con lampada led

Sbiancare i denti con lampada led Sbiancare i denti con lampada led è una delle tecniche più vantaggiose per fare in modo che la propria dentatura possa riprendere una colorazione... Leggi tutto

La pulizia dei denti: perchè farla e quanto costa

La pulizia dei denti: perchè farla e quanto costa La pulizia dei denti è un aspetto fondamentale non solo dal punto di vista prettamente estetico, ma anche per la salute dentale in generale; è... Leggi tutto

Sbiancamento denti professionale: in cosa consiste?

Sbiancamento denti professionale: in cosa consiste? Se si ha l'esigenza di sbiancare i propri denti , si può scegliere tra una vasta gamma di trattamenti "fai da te", acquistabili presso qualsiasi... Leggi tutto