Quanto costa un ponte dentale?

Quanto costa un ponte dentale? Cosa caratterizza questo accessorio ortodontico?


Quanto costa un ponte dentale? Il ponte dentale è una soluzione molto efficace per sostituire in maniera ottimale uno o più denti mancanti, vediamo anzitutto quali sono le sue caratteristiche.


Il ponte dentale comprende alcuni denti l'uno affiancato all'altro, tutti denti saldamente ancorati tra loro. Nella maggioranza dei casi, il ponte dentale si compone in questo modo: un dente centrale, che sostituisce il dente mancante, e due denti laterali, che vanno applicati direttamente sui denti naturali, i cosiddetti "denti pilastro".


I denti pilastro possono essere anche gravemente compromessi, non è affatto importante che siano in buona condizione: il dente laterale del ponte dentale, infatti, lo ricoprirà interamente, dunque dal punto di vista strutturale può essere perfino preferibile che il dente in questione sia leggermente rovinato.


Non sono rari, per tale motivo, i casi in cui il professionista a cui ci si rivolge sceglie di intervenire consumando leggermente i denti laterali naturali, quindi i denti che fungeranno da pilastro per il ponte dentale.


Il dente che sostituisce il dente naturale mancante, dunque, non è impiantato all'osso tramite la gengiva, ma è semplicemente saldato con i due denti laterali, ovvero i denti posati sui denti pilastro.


Ed allora, quanto costa un ponte dentale?


Rispondere a questa domanda non è semplice, proprio perchè esistono moltissime differenti tipologie di ponte dentale. Molto dipende dal tipo di struttura che bisogna realizzare, dalla sua grandezza, dai materiali impiegati.


Da questo punto di vista merita assolutamente una menzione lo zirconio, un materiale che si presta in modo ottimale a questo tipo di realizzazioni essendo robusto, resistente, e consentendo quindi di masticare e di mordere alimenti di ogni tipo, anche particolarmente duri.


Lo zirconio è impiegato nella realizzazione di capsule dentali, di ponti dentali appunto, ed anche di corone dentali da applicare ad impianti osteointegrati.


Gli impianti dentali osteointegrati sono degli elementi che si distinguono in maniera importante dal ponte dentale: in questo caso, infatti, queste strutture sono dei veri e propri impianti integrati all'ossatura, dunque a sostegno interno alla gengiva.


Si tratta certamente di realizzazioni piuttosto complesse, articolate, ed affinchè possano essere realizzate con successo è importante riuscire a scongiurare in modo ottimale il rischio che possano verificarsi dei fisiologici rigetti da parte dell'organismo. Da questo punto di vista, ha rappresentato una vera e propria rivoluzione il titanio, un materiale perfetto per queste realizzazioni essendo davvero impeccabilmente tollerato da parte dell'organismo.


Storicamente, i rigetti da parte dell'organismo sono stati il più grande ostacolo da superare per poter rendere l'implantologia una vera e propria realtà, per tale ragione aver introdotto un materiale di questo tipo si è rivelato importantissimo, ed ha consentito ai professionisti operanti in questo settore di poter perfezionare le loro tecniche di esecuzione e di offrire così, ai pazienti, dei risultati di livello.


Per quanto riguarda la realizzazione delle corone dentarie, quindi degli elementi che vanno fisicamente a sostituire i denti mancanti, si impiega principalmente lo zirconio proprio come si usa fare per la realizzazione dei ponti dentali, essendo un materiale davvero straordinariamente simile ai denti naturali.


Specificata la differenza tra ponte dentale ed impianto dentale, dunque, qual'è il costo che bisogna mediamente prevedere se si intende far realizzare ad un professionista un ponte dentale di qualità?



Volendo fornire un valore indicativo, si può sicuramente affermare che il  ponte dentale può venire a costare una cifra vicina ai 1.500 - 2.000 euro, anche se, come detto, ci possono essere anche delle tariffe superiori o inferiori.


Nel chiedersi quanto costa un ponte dentale, ovviamente, è importante soffermarsi piuttosto sul quale sia il reale rapporto qualità-prezzo, e non la semplice tariffa; per quanto riguarda queste e numerose altre realizzazioni di carattere dentistico, infatti, non è affatto raro che tariffe eccessivamente convenienti corrispondano a servizi non sufficientemente qualitativi.
comments powered by Disqus

Iscriviti alla Newsletter

Email

Top news

Le più diffuse tariffe dei dentisti in Italia

Le più diffuse tariffe dei dentisti in Italia Le tariffe dei dentisti in Italia sono piuttosto uniformi su tutto il territorio nazionale, anche se si può certamente usufruire di offerte... Leggi tutto

Le capsule dentali ed i loro costi

Le capsule dentali ed i loro costi Il termine capsule dentali è in genere utilizzato, nell'ambito della dentistica, in due modi differenti: per intendere gli elementi in ceramica o... Leggi tutto

Ponte dentale o impianto dentale? Differenza di costo

Ponte dentale o impianto dentale? Differenza di costo Realizzare un ponte dentale o un impianto dentale? Moltissime persone che hanno la necessità di rimpiazzare uno o più denti mancanti si chiedono... Leggi tutto