Riparazione protesi dentarie: a chi affidarla?

Se si rompe una protesi dentaria bisogna intervenire in maniera efficace e tempestiva: ecco come fare


La riparazione delle protesi dentarie è un aspetto fondamentale per il corretto mantenimento di questi elementi artificiali; dall'integrità di una protesi dipende infatti l'efficacia della masticazione, e la minima imperfezione può causare dei fastidi o persino delle difficoltà ad eseguire i più elementari movimenti facciali e semplicemente a curare l'igiene orale.

 

Nella maggioranza dei casi, comunque, la rottura anche minima di una protesi dentaria la rende del tutto inutilizzabile,  di conseguenza il paziente ha la necessità di intervenire con massima celerità per poter riprendere a masticare normalmente ed in generale per avere una sensazione di comfort nelle varie attività quotidiane. Come fare, dunque, se una protesi si rompe?

 

Consiglio fondamentale è quello di non operare assolutamente interventi "fai da te", magari incollando le due parti rotte; la riparazione di una protesi dentale è un'operazione molto delicata, che richiede strumenti adeguati, massima igiene e sterilità degli accessori utilizzati, precisione ed anche materiali in grado di unire più componenti senza risultare pericolosi per il paziente.


Se una protesi si rompe, dunque, ci si deve recare al più presto presso uno studio dentistico o una clinica odontotecnica specializzata in questo tipo di interventi, la quale sarà certamente in grado di operare in tempo brevi, considerando appunto il fatto che la persona deve recuperare al più presto questo fondamentale accessorio.

 

L'ideale è rivolgersi alla stessa struttura presso la quale la protesi è stata realizzata, sia che si tratti di una protesi fissa o di una protesi mobile; un professionista che si è occupato con successo della realizzazione di una protesi sarà certamente in grado di intervenire per ripararla in maniera efficace e rapida. 

 

La riparazione di protesi dentarie, inoltre, è un servizio molto importante anche dal punto di vista economico: le protesi hanno infatti dei costi importanti, e rifare completamente la struttura sarebbe certamente un costo che pochi potrebbero sostenere.


Laddove si parli di protesi dentaria, ad ogni modo, si fa riferimento a quelle strutture che rimangono del tutto esterne all'organismo, siano esse di tipo mobile o di tipo fisso; il discorso è ben differente per quanto riguarda, invece, l'implantologia dentale.


L'implantologia dentale è una branca della dentistica che consente di realizzare un impianto che andrà ad integrarsi in modo diretto con l'osso di sostegno, quindi si tratta di una struttura non soltanto fissa, ma anche destinata a divenire una cosa sola con l'organismo del paziente.


Storicamente l'uomo ha sempre tentato di risolvere problemi dentali di vario tipo attraverso questo tipo di approccio, ma i risultati sono sempre stati piuttosto scarsi non tanto a livello di tecnica operativa, quanto perchè l'organismo tendeva a reagire con dei rigetti di origine immunitaria.


Ovviamente, i rigetti vanificavano in breve tempo tutto il lavoro compiuto, di conseguenza per lunghi secoli l'implantologia dentale è rimasta assolutamente una scienza teorica. L'introduzione di materiali innovativi come il titanio, un elemento davvero straordinario per tollerabilità da parte dell'organismo, ha modificato radicalmente il livello di efficacia che questi trattamenti possono garantire.


Il titanio riesce a scongiurare in modo ottimale il rischio di rigetti, e i più recenti sviluppi che hanno riguardato l'impiantologia hanno consentito perfino il cosiddetto "carico immediato", ovvero la possibilità di applicare le corone dentali immediatamente dopo il termine della realizzazione dell'impianto, consentendo così al paziente di poter riprendere a masticare ed a curare l'igiene orale anche a brevissima distanza dal termine dell'intervento, senza dover rispettare lunghi periodi di degenza.


Insomma, la differenza tecnica e strutturale tra la protesi e l'impianto dentale è notevole, ed un professionista valido può certamente suggerire al proprio paziente l'opportunità più interessante sulla base delle sue specifiche necessità.


Qualora una protesi dovesse rompersi, come detto, bisogna assolutamente affidarsi a dei professionisti, dato che la riparazione di una protesi richiede un'accortezza massima ed una profonda conoscenza; lo stesso discorso è valido, ovviamente, anche per l'impianto dentale.

 

comments powered by Disqus

Iscriviti alla Newsletter

Email

Top news

Le protesi dentarie possono essere mutuabili?

Le protesi dentarie possono essere mutuabili? Le protesi dentarie possono essere mutuabili ? Sono tantissime le persone che si pongono questa domanda, e scelgono lo studio dentistico al quale... Leggi tutto

Come eseguire la pulizia delle protesi dentarie

Come eseguire la pulizia delle protesi dentarie La pulizia delle protesi dentarie è un aspetto di grande importanza per il corretto mantenimento di questi elementi artificiali, senza considerare... Leggi tutto

Adesivi per dentiere: come utilizzarli?

Adesivi per dentiere: come utilizzarli? Gli adesivi per dentiere servono alle persone che utilizzano una protesi dentaria e sentono spesso l'esigenza di mantenerla perfettamente aderente... Leggi tutto